Via Ciamician, 2 - 40127 Bologna
+39 051 42174
larcoicos@consorzioricos.it

Il consorzio Ri.Cos

Il Consorzio RiCos – Consorzio per la Ricerca, il Trasferimento Tecnologico e la divulgazione della Conoscenza, è un Consorzio con attività esterna ai sensi degli articoli 2602 c.c. e seguenti; è stato costituito il 2 agosto 2004. Gli attuali consorziati sono ICIE-Istituto Cooperativo per l’Innovazione Soc. coop e Innovacoop srl.

Il Consorzio RiCos si configura come un organismo di ricerca privato, cosi come definito dalla disciplina comunitaria in materia di aiuti di Stato a favore di ricerca, sviluppo e innovazione di cui all’art. 2, comma 83 del Regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione del 17 giugno 2014.

Le attività svolte dal Consorzio, volte ad accrescere il livello di innovazione tecnologica e organizzativa e migliorare la produttività di diverse filiere produttive, riguardano vari settori:

  1. Costruzioni (intera catena del valore), al fine di incrementare la qualità e la sostenibilità del costruire e del costruito e accompagnare la transizione del settore verso lo sviluppo sostenibile, ponendosi come punto di riferimento per l’incontro tra la domanda e l’offerta di conoscenza. Nel promuovere e realizzare tali azioni si avvale del Laboratorio Larcoicos sia per attività connesse a Progetti di Ricerca che di Trasferimento Tecnologico che le Istituzioni e gli operatori della filiera delle costruzioni, in particolare nella Regione Emilia-Romagna, vogliano affidargli, con il supporto di finanziamenti pubblici diretti e indiretti, oppure con finanziamenti interamente privati e/o con cofinanziamento dei Consorziati.
  2. Altri settori, quali:
  3. Mobilità sostenibile delle persone e delle merci, nonché logistica;
  4. agroalimentare e corretta alimentazione;
  5. servizi socio sanitari rivolti a categorie deboli – quali anziani, portatori di handicap, etc. – e comunque soggetti contraddistinti da condizione di fragilità fisica e/o psichica;
  6. inclusione lavorativa di soggetti appartenenti a categorie di svantaggio;
  7. scavo e restauro archeologico e valorizzazione e fruizione pubblica dei beni ambientali e culturali.

 

Le predette attività si distinguono in:

  1. progetti autonomi di ricerca, ossia progetti, o parti di essi, che prevedono l’esecuzione di specifiche attività di ricerca il cui costo è tipicamente, parzialmente o totalmente finanziato da enti regionali, nazionali e/o sopranazionali (di seguito, per brevità, Enti finanziatori) e che sono sviluppati anche in collaborazione con altri soggetti pubblici e privati, con obbligo di disseminazione generale dei risultati.
  2. prestazioni di servizio a terzi, ossia specifiche attività di ricerca e servizio in ambito scientifico e tecnologico che il Consorzio svolge su incarico/commessa di terzi.